Bici: tempi di riposo e performance

Quando si inizia un nuovo programma di formazione con un obiettivo preciso in mente, si è, in generale, motivati ed entusiasti. Per raggiungere un obiettivo, senza rischiare di farsi male, è importante pianificare correttamente dei periodi di riposo coerenti al tipo di allenamento che state eseguendo e ai vostri obiettivi.

Per migliorare la resistenza e le prestazioni in bici, è necessario programmare dei giorni di riposo. Il corpo ha bisogno di tempo per recuperare dalle lunghe ore passate sulla sella.

Quando il corpo si riposa, diamo ai muscoli il tempo di recuperare e diventare più performanti per il futuro. Allenamenti troppo ravvicinati e senza periodi di riposo possono causare lesioni.

Riposarsi non prevede necessariamente stare seduti con le gambe all’aria. Potete infatti pianificare dei periodi di riposo attivo. Ad esempio, potete fare una breve uscita in bicicletta, una sessione sulla vostra cyclette a bassa intensità, oppure una passeggiata o un altro allenamento con un impatto minimo sul vostro fisico.

Realizzate l’importanza del tempo di riposo per la vostra salute e forma
Pianificate, per ogni settimana, dei giorni di riposo
Pedalare ogni giorno non è positivo
Riposatevi passivamente o attivamente. Se vi riposate attivamente, misurate i vostri sforzi. Devono essere corti e di debole intensità.
Imparate ad ascoltare il vostro corpo, durante e al di fuori delle sessioni di allenamento.
Mangiate e bevete correttamente prima, durante e dopo l’esercizio.
Mangiate una barretta proteica, alla fine del vostro allenamento per accelerare il recupero.

Ci si può allenare tanto a lungo quanto ci si è riposati, non dimenticate quindi l’importanza dei momenti di pausa. In questo modo diventerete più preformanti di prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *